Wolfenstein: Youngblood, sorelle rivoltelle

di Dario Marchetti

A Wolfenstein non bastava essere il papà degli sparatutto, progenitore di Doom e di tutti i suoi fratelli passati, presenti e futuri. Oggi, e per oggi intendiamo dal 2014 in poi, in mano agli svedesi di Machine Games questa saga è diventata un pot-pourri di mazzate, proiettili, prese di posizione politiche e ucronie che, ironia della sorte, appaiono terribilmente attuali. Col trittico formato da The New Order, The Old Blood e The New Colossus sembra essersi (almeno per il momento) interrotta la parabola narrativa di B.J. Blazkowicz, il mascellone palestrato e armato fino ai denti che dal ‘92 è lo spauracchio di tutti i nazisti poligonali. Ma quello di Wolfenstein è un paese per giovani, altroché, e allora spazio a nuova linfe vitali, nome in codice Youngblood. Continua a leggere

Truffe online, i consigli della Polizia Postale

di Francesco Taglialavoro

Truffe sentimentali, molestie e sostituzione di persona, pedopornografia su Internet, revenge porn, sex estortion, diffamazione online. E ancora, crimini finanziari, phishing, hackeraggio, malware, BEC fraud, man in the middle. Per finire truffe inverse su carte ricaricabili, abusivismo commerciale online, falsi operatori telefonici, messaggi finti su Whatsapp e via email. Sono alcuni dei reati che in questi ultimi tempi si sono registrati, contrastati dalla polizia postale che offre ai cittadini dei consigli utili per svelare gli inganni. Continua a leggere

Fichi d’indie: Void Bastards, Bloodstained, Sea of Solitude, My Friend Pedro, A Plague Tale: Innocence

di Dario Marchetti

Void Bastards

Qualcuno l’ha chiamato “System Shock a fumetti”, una definizione comunque azzeccata perché alcuni sviluppatori hanno lavorato proprio a System Shock 2 (e Bioshock). Void Bastards però è molto di più. Certo, lo stile grafico, che a me ricorda un Mike Mignola in versione sci-fi, è una gioia per gli occhi, con nemici dal design allucinatorio che sembrano mescolare suggestioni tra Philip K. Dick e William Burroughs. Ma è solo l’antipasto di un titolo curato nei minimi dettagli, con l’obiettivo di far desistere da subito i giocatori più impazienti. Saltando di nave in nave, l’obiettivo è ottenere oggetti utili al proseguimento della nostra odissea spaziale. La scelta del percorso sarà nostra, ma ogni navicella visitabile offrirà oneri e onori, pericoli e bottini, accompagnati da condizioni casuali che potrebbero distruggerci così come aiutarci, come un blackout in grado di disattivare tutte le torrette automatiche di difesa e salvarci (in parte) la pellaccia. E se si muore, pazienza: tutti gli upgrade ottenuti rimangono lì e si riparte con un nuovo personaggio, anche quello coi suoi pro e contro generati in modalità random. Attenzione solo a non trattarlo come un FPS: la visuale è quella, ma sotto il cofano Void Bastards ragiona come un gioco di ruolo in piena regola. Continua a leggere

Intel, spunta una nuova vulnerabilità sui processori

di Francesco Taglialavoro

Non solo Spectre e Meltdown, le due falle di sicurezza di cui il mondo è venuto a conoscenza nel gennaio 2018: i processori prodotti da Intel hanno al loro interno un’altra vulnerabilità che permetterebbe a un criminale informatico di impossessarsi di informazioni rilevanti. A scoprire la nuova falla, simile alle due precedenti e chiamata Swapgs, è la società di sicurezza informatica Bitdefender. Continua a leggere

Crash Team Racing Nitro-Fueled, un kart chiamato desiderio

di Dario Marchetti

Non è che qui si sia grandi fan dei remaster a tutti i costi. Perché spesso sono solo un modo di fare cassa. Perché spesso deludono, visto che anche con un upgrade grafico non tutti i “gioconi” della nostra infanzia/adolescenza reggono il passaggio del tempo. Perché qualche volta tolgono spazio e risorse che magari potevano andare a qualche nuova avventura. Ma spesso non vuol dire sempre. Ecco allora che ai già ottimi remaster delle due trilogie di Crash Bandicoot e Spyro, due mammasantissima di fine anni ‘90 a opera di Naughty Dog e Insomniac, va ora ad aggiungersi Crash Team Racing Nitro-Fueled, trasposizione in formato 4K del kart racing che ancora oggi è stato l’unico in grado di far vacillare la mia fede in Mario Kart. E che in questa nuova veste grafica, colorata, fluida, roboante, ci fa brillare gli occhi dalla gioia. Continua a leggere

Overwhelm, travolti da un insolito giochino nel rosso mondo alieno

di Dario Marchetti

Less is more, dicono. Ma lavorare per sottrazione, scremare, filtrare, setacciare fino a lasciare solo il meglio, non è cosa facile. Soprattutto se sei a inizio carriera. E se sei una one-man-band. Come nel caso di Ruari O’Sullivan, che solo soletto ha tirato fuori dal cappello un’opera che ha fatto del minimalismo più feroce il suo motivo d’essere.

Continua a leggere